Le Pubblicazioni dell' Avv. Federica Niccolini

Pubblicazioni

  1. “Adozione” della rendita catastale: la prova non sana il vizio di notifica dell’atto di attribuzione (nota a sentenza della C.T.P di Firenze n. 67 del 1° dicembre 2003), in Giurisprudenza di merito 4, 2004.
  2. “Il codice di comportamento dei verificatori fiscali alla luce dello statuto del contribuente”, in Rassegna Tributaria 4, 2004.
  3. “Dall’effetto all’effettività: un’ipotesi evolutiva del sistema delle notifiche tributarie”, in AA.VV., Lo Statuto dei diritti del Contribuente, a cura di A. Fantozzi e A. Fedele, Milano, 2005.
  4. “Diffusione “tempestiva” dei modelli di dichiarazione, delle istruzioni e delle altre comunicazioni, “comprensibili”, quale garanzia di informazione, semplificazione ed efficienza”, in AA.VV., Lo Statuto dei diritti del Contribuente, a cura di A. Fantozzi e A. Fedele, Milano, 2005.
  5. “Il codice di comportamento dei verificatori fiscali: tra principi etici e norme giuridiche”, in AA.VV., Lo Statuto dei diritti del Contribuente, a cura di A. Fantozzi e A. Fedele, Milano, 2005.
  6. “Allegazione dell’avviso di ricevimento all’originale dell’atto notificato e sua produzione in giudizio: garanzia di conoscibilità ispirata ad un criterio di effettività” (nota a Cass. SS.UU. ord. n. 458/2005), in Dir. Trib. n. 3, 2005.
  7. “Ritenute fiscali applicate nei confronti degli enti esclusi da imposizione diretta”, in Prat. Trib., n. 6, 2005.
  8. Ha collaborato alla redazione del manuale del Prof. Avv. Pietro BoriaDiritto Tributario Europeo, Milano, 2005.
  9. “La motivazione degli “avvisi di liquidazione” emanati ex art. 12 del D.L. n. 70 del 1988”, in Dir. Trib. n. 7/8, 2006.
  10. “Considerazioni in merito alla motivazione in funzione della natura giuridica dell’atto di accertamento a seguito di una recente pronuncia della Cassazione (nota a Corte Cass. Sez. Trib., sent. n. 17203 del 24 gennaio 2006, dep. il 28 luglio 2006), in Dir. Trib. n. 11, 2006.
  11. “La motivazione dell’avviso di accertamento: una “voce fuori coro” da parte dei giudici di legittimità” (Nota a Corte Cass. Sez. Trib., sent. n. 1905 del 26 settembre 2006, dep. il 30 gennaio 2007), in Dialoghi di diritto tributario, n. 2, 2007.
  12. Il vizio di motivazione degli avvisi di accertamento, alla luce della L. n. 15 del 2005 sull’invalidità dei provvedimenti amministrativi” in Dialoghi di diritto tributario, n. 6, 2007;
  13. Ha redatto le seguenti note a sentenze per l’opera “Il processo tributario” coordinata da Ficari, Della Valle, Marini, edita Cedam, Padova, 2008:
  14. “Accertamento compiuto per un’imposta utilizzato per altra in assenza di giudicato” (nota a Cass. sent. n. 792 del 6 giugno 2002 dep. il 20 gennaio 2003);
  15. “Il giudicato e giudizi autonomi instaurati dal sostituto e dal sostituito” (nota a Cass. sent. n. 3109 del 10 giugno 2002 dep. il 3 marzo 2003);
  16. “L’applicazione dell’art. 1306, comma 2, c.c.” (nota a Cass. sent. n. 20065 del 12 maggio 2005 dep. il 17 ottobre 2005);
  17. “La sanatoria della nullità dell’avviso di accertamento con la tempestiva costituzione in giudizio” (nota a Cass. SS. UU. sent. n. 19854 del 3 giugno 2004 dep. il 5 ottobre 2004);
  18. “L’accertamento della qualità di erede con beneficio di inventario” (nota a Cass. SS. UU. sent. n. 7792 del 17 febbraio 2005 dep. il 15 aprile 2005).
  19. “La motivazione dell’atto di accertamento nel diritto tributario”, Roma, 2008;
  20. “Studi di settore e motivazione: riflessioni alla luce dei più recenti interventi legislativi”, in Prat. Trib. n. 6, 2008;
  21. “Una “pericolosa” applicazione dell’art. 21-octies della legge n. 241 del 1990 al vizio di motivazione degli atti tributari”, in T.: Rivista di giurisprudenza tributaria, n. 2, 2009;
  22. “La valenza giuridica degli studi di settore in mano alla sorte” (nota a Comm. Trib. Prov. Teramo, sez. I, 22 aprile 2008, n. 98; Comm. Trib. Prov. Teramo, sez. I, 3 marzo 2009, n. 46; Comm. Trib. Prov. Teramo, sez. I, 7 aprile 2009, n. 78), in Giustizia Tributaria, 2, 2009;
  23. Ha redatto i seguenti contributi per il Commentario breve alle leggi tributarie – Vol. III Imposte dirette e leggi complementari”, diretto dal Prof. Augusto Fantozzi, edito Cedam, Padova, 2010:
  24. “Introduzione all’Irpef”, redatta insieme al Prof. Pietro Boria;
  25. “Commento all’art. 22. Scomputo degli acconti”
  26. “Studi di settore e motivazione dell’atto di accertamento”, in “Studi di settore e tutela del contribuente” a cura di Pietro Boria, su Quaderni di Rivista di Diritto Tributario, n. 6, Milano, 2010;
  27. “I diversi regimi contabili per i collaboratori d’impresa a partire dal 1° gennaio 2012”, in La Rivista di Finanza, 1, 2012;
  28. “Un importante obiter dictum della Consulta”, in La Rivista di Finanza, 2, 2012.
  29. “Adozione” della rendita catastale: la prova non sana il vizio di notifica dell’atto di attribuzione (nota a sentenza della C.T.P di Firenze n. 67 del 1° dicembre 2003), in Giurisprudenza di merito 4, 2004.
  30. “Il codice di comportamento dei verificatori fiscali alla luce dello statuto del contribuente”, in Rassegna Tributaria 4, 2004.
  31. “Dall’effetto all’effettività: un’ipotesi evolutiva del sistema delle notifiche tributarie”, in AA.VV., Lo Statuto dei diritti del Contribuente, a cura di A. Fantozzi e A. Fedele, Milano, 2005.
  32. “Diffusione “tempestiva” dei modelli di dichiarazione, delle istruzioni e delle altre comunicazioni, “comprensibili”, quale garanzia di informazione, semplificazione ed efficienza”, in AA.VV., Lo Statuto dei diritti del Contribuente, a cura di A. Fantozzi e A. Fedele, Milano, 2005.
  33. “Il codice di comportamento dei verificatori fiscali: tra principi etici e norme giuridiche”, in AA.VV., Lo Statuto dei diritti del Contribuente, a cura di A. Fantozzi e A. Fedele, Milano, 2005.
  34. “Allegazione dell’avviso di ricevimento all’originale dell’atto notificato e sua produzione in giudizio: garanzia di conoscibilità ispirata ad un criterio di effettività” (nota a Cass. SS.UU. ord. n. 458/2005), in Dir. Trib. n. 3, 2005.
  35. “Ritenute fiscali applicate nei confronti degli enti esclusi da imposizione diretta”, in Prat. Trib., n. 6, 2005.
  36. Ha collaborato alla redazione del manuale del Prof. Avv. Pietro BoriaDiritto Tributario Europeo, Milano, 2005.
  37. “La motivazione degli “avvisi di liquidazione” emanati ex art. 12 del D.L. n. 70 del 1988”, in Dir. Trib. n. 7/8, 2006.
  38. “Considerazioni in merito alla motivazione in funzione della natura giuridica dell’atto di accertamento a seguito di una recente pronuncia della Cassazione” (nota a Corte Cass. Sez. Trib., sent. n. 17203 del 24 gennaio 2006, dep. il 28 luglio 2006), in Dir. Trib. n. 11, 2006.
  39. “La motivazione dell’avviso di accertamento: una “voce fuori coro” da parte dei giudici di legittimità” (Nota a Corte Cass. Sez. Trib., sent. n. 1905 del 26 settembre 2006, dep. il 30 gennaio 2007), in Dialoghi di diritto tributario, n. 2, 2007.
  40. Il vizio di motivazione degli avvisi di accertamento, alla luce della L. n. 15 del 2005 sull’invalidità dei provvedimenti amministrativi” in Dialoghi di diritto tributario, n. 6, 2007;
  41. Ha redatto le seguenti note a sentenze per l’opera “Il processo tributario” coordinata da Ficari, Della Valle, Marini, edita Cedam, Padova, 2008:
  42. “Accertamento compiuto per un’imposta utilizzato per altra in assenza di giudicato” (nota a Cass. sent. n. 792 del 6 giugno 2002 dep. il 20 gennaio 2003);
  43. “Il giudicato e giudizi autonomi instaurati dal sostituto e dal sostituito” (nota a Cass. sent. n. 3109 del 10 giugno 2002 dep. il 3 marzo 2003);
  44. “L’applicazione dell’art. 1306, comma 2, c.c.” (nota a Cass. sent. n. 20065 del 12 maggio 2005 dep. il 17 ottobre 2005);
  45. “La sanatoria della nullità dell’avviso di accertamento con la tempestiva costituzione in giudizio” (nota a Cass. SS. UU. sent. n. 19854 del 3 giugno 2004 dep. il 5 ottobre 2004);
  46. “L’accertamento della qualità di erede con beneficio di inventario” (nota a Cass. SS. UU. sent. n. 7792 del 17 febbraio 2005 dep. il 15 aprile 2005).
  47. “La motivazione dell’atto di accertamento nel diritto tributario”, Roma, 2008;
  48. “Studi di settore e motivazione: riflessioni alla luce dei più recenti interventi legislativi”, in Prat. Trib. n. 6, 2008;
  49. “Una “pericolosa” applicazione dell’art. 21-octies della legge n. 241 del 1990 al vizio di motivazione degli atti tributari”, in T.: Rivista di giurisprudenza tributaria, n. 2, 2009;
  50. “La valenza giuridica degli studi di settore in mano alla sorte” (nota a Comm. Trib. Prov. Teramo, sez. I, 22 aprile 2008, n. 98; Comm. Trib. Prov. Teramo, sez. I, 3 marzo 2009, n. 46; Comm. Trib. Prov. Teramo, sez. I, 7 aprile 2009, n. 78), in Giustizia Tributaria, 2, 2009;
  51. Ha redatto i seguenti contributi per il “Commentario breve alle leggi tributarie – Vol. III Imposte dirette e leggi complementari”, diretto dal Prof. Augusto Fantozzi, edito Cedam, Padova, 2010:
  52. “Introduzione all’Irpef”, redatta insieme al Prof. Pietro Boria;
  53. “Commento all’art. 22. Scomputo degli acconti”
  54. “Studi di settore e motivazione dell’atto di accertamento”, in “Studi di settore e tutela del contribuente” a cura di Pietro Boria, su Quaderni di Rivista di Diritto Tributario, n. 6, Milano, 2010;
  55. “I diversi regimi contabili per i collaboratori d’impresa a partire dal 1° gennaio 2012”, in La Rivista di Finanza, 1, 2012;
  56. “Un importante obiter dictum della Consulta”, in La Rivista di Finanza, 2, 2012.